Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo     <<  cambia progetto  >>

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo         &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo         &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo     &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo     &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo     &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo       &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo      cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo     &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>

 Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia Biennale di Architettura 2016  Concorso primo premio  Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore. Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.      Data: 2015 | 2016  Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation  Curatore: Yasser Elsheshtawy  Direttore: Laila Binbrek  Coordinatore: Rand Abdul Jabbar  Progettista: Paolo De Benedictis  Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia  Progettista strutturale: Luca Pulignano  Fotografa: Alessandra Chemollo     &lt;&lt;  cambia progetto  &gt;&gt;

Padiglione Emirati Arabi, Arsenale, Venezia
Biennale di Architettura 2016

Concorso primo premio

Il Padiglione degli Emirati Arabi, all’Arsenale di Venezia, è stato allestito all’interno delle Sale D’armi, affascinante edificio cinquecentesco caratterizzato da due giaciture principali non ortogonali, rispetto alle quali si dispongono sia le murature perimetrali, sia la griglia strutturale interna costituita da pilastri in ferro. Il progetto ha inteso instaurare un rapporto dialogico fra allestimento ed edificio esistente: il primo ha desunto dal secondo chiare regole geometriche, non rinunciando, tuttavia, a definire la necessaria distanza fisica e visiva fra contenuto e contenitore.
Una serie di setti in lamiera piena e rete metallica trovano precisa collocazione nello spazio del padiglione, definendo le diverse sezioni della mostra in un continuo gioco di traguardi visuali tra i vari ambiti di cui essa si compone.

Data: 2015 | 2016

Commissario: Salama Bint Hamdam Al Nahayan Foundation

Curatore: Yasser Elsheshtawy

Direttore: Laila Binbrek

Coordinatore: Rand Abdul Jabbar

Progettista: Paolo De Benedictis

Collaboratori: Emina Gauzanovic, Maria Angilecchia

Progettista strutturale: Luca Pulignano

Fotografa: Alessandra Chemollo

<< cambia progetto >>